Homemade Greenery


Giorno 44


Con questo titolo simpatico vogliamo oggi darvi qualche consiglio in termini di sostenibilità e green life, oggi infatti in tutti il mondo si celebra la Giornata della Terra con tantissime iniziative e appuntamenti.

Oggi noi di Agenda Minimal desideriamo nel nostro piccolo presentarvi delle semplicissime tecniche per poter realizzare in casa, magari sul proprio balcone o giardino, un piccolo incubatore di semi che poi darà vita a delle piantine vigorose e utili nel nostro quotidiano e che potremo ovviamente trapiantare nei vasi e orti di casa.

Noi abbiamo provato a farlo e vi raccontiamo anche a voi come procedere in questa semplicissima attività che però dà molte soddisfazioni fisiche e morali!

Incubatore per semi

  1. Si riempie per metà una scatola riciclata di uova con terriccio universale (la scatola può essere di cartone o plastica trasparente)
  2. Si fanno dei solchi con le dita o con l’aiuto di una matita nel terriccio – sarà facilissimo farli perché i solchi non sono altro che gli spazi dove prima c’erano le uova nella scatola
  3. All’interno di questi piccoli solchi si mettono i semi che intendete seminare
  4. Si ricoprono i semi con altro terriccio
  5. Si bagna il tutto con un po' di acqua e lo si farà poi nei giorni seguenti o la mattina presto o la sera per evitare di dare acqua ai semi in presenza dei raggi del sole
  6. Sopra si possono aggiungere dei concimi naturali come delle piccole sezioni di sughero ricavate dai tappi dei vini o un po' di fondi di caffè
  7. Si lasciano i semi così seminati al sole e se la temperatura di sera è ancora rigida dalle vostre parti, vi consigliamo di mettere l’incubatore di semi in casa

Come potete notare dal brevissimo elenco, questa tecnica di seminare i semi preferiti di stagione è molto facile e tutti noi possiamo farlo davvero comodamente da casa con tutti materiali a nostra diretta disposizione.
I semi possiamo reperirli nei supermercati o direttamente nei vivai che attualmente sono regolarmente aperti.
Ora di stagione sono di certo le erbe aromatiche come il basilico, il rosmarino o la salvia e verdure come le carote, le fragole, i pomodorini.
Con queste semplici tecniche green possiamo così contribuire a riciclare maggiormente i materiali di scarto presenti nelle nostre case e riservarci un momento autentico a tu per tu con la natura, i suoi benefici, i suoi impulsi.

A domani
#iorestoacasa


AgendaMinimal